1. InfoCert
  2. Fatturazione Elettronica
  3. Informazioni

La fatturazione elettronica è un processo che consente a tutti gli operatori economici (imprese, professionisti, Partite IVA, ecc.) di costruire, trasmettere e ricevere le fatture con il solo utilizzo di soluzioni digitali, abbandonando per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa spedizione e conservazione.


Fattura elettronica B2B

La novità più recente è quella introdotta dalla Legge di Bilancio 2018 approvata dal parlamento italiano, che ha esteso l’obbligo di fatturazione elettronica (prima limitato alle relazioni commerciali tra la PA e i suoi fornitori) anche agli scambi commerciali tra soggetti privati (B2B).

In particolare:

  • dal 1° luglio 2018 la fatturazione elettronica B2B diventa obbligatoria per la cessione di carburanti e lubrificanti per motori a esclusione delle vendite effettuate presso gli impianti stradali di distribuzione;

  • dal 1° settembre 2018 la fattura elettronica diventa obbligatoria per il tax-free shopping;

  • dal 1° gennaio 2019 l’obbligo viene, infine, esteso a tutti gli scambi commerciali tra professionisti, aziende e imprese private.


Fattura elettronica PA

La fatturazione elettronica nelle relazioni commerciali tra la PA e i suoi fornitori è obbligatoria già dal 31 marzo 2015.

L’obbligo prevede che le fatture elettroniche verso la Pubblica Amministrazione siano emesse, trasmesse e conservate esclusivamente in forma elettronica. Da aprile 2015 le PA non possono più accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea né procedere al loro pagamento (neppure parziale).


COSA SIGNIFICA FARE FATTURAZIONE ELETTRONICA

Le fatture elettroniche PA e B2B devono rispettare un formato standard XML (descritto nell’Allegato A del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 3 aprile 2013, n. 55), contenere un serie di informazioni minime obbligatore, essere sottoscritte con firma digitale prima dell’invio ed essere scambiate attraverso il Sistema d'Interscambio (SdI), un sistema informatico di supporto al processo di ricezione e successivo inoltro delle fatture elettroniche, gestito dall'Agenzia delle Entrate.

«Gli operatori economici possono avvalersi, attraverso accordi tra le parti, di intermediari per la trasmissione delle fatture elettroniche al Sistema di Interscambio, ferme restando le responsabilità del soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio».
Art. 1, Comma 909 della Legge di Bilancio 2018

InfoCert è intermediario per la trasmissione delle fatture elettronicheaccreditato presso SdI, è quindi abilitato a ricevere e inviare fatture elettroniche per conto di un operatore economico e/o una Pubblica Amministrazione.


VANTAGGI DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

COSTI

Il beneficio stimato per un’organizzazione che produce/riceve un volume di fatture pari o superiore a 3.000 fatture l’anno si attesta tra i 7.5 e gli 11.5 euro a fattura.

La fatturazione elettronica apre a un risparmio concreto grazie alla:

  • riduzione dell’attività manuale;
  • aumento di produttività della manodopera;

  • diminuzione dei materiali di consumo (carta, busta e bolli);

  • eliminazione del costo di distruzione delle fatture;

  • eliminazione del tempo di archiviazione e successive ricerche;

  • eliminazione dei costi per gli spazi occupati per l'archiviazione.

EFFICIENZA

  • riduzione dell’attività manuale;

  • aumento di produttività della manodopera;

  • diminuzione dei materiali di consumo (carta, busta e bolli);

  • eliminazione del costo di distruzione delle fatture;

  • eliminazione del tempo di archiviazione e successive ricerche;

  • eliminazione dei costi per gli spazi occupati per l'archiviazione.